LA “SCELTA SOCIALE”: 600 € MENSILI PER ANZIANI, DISABILI E NON AUTOSUFFICIENTI

CONTATTACI AL 338 6598688 PER MAGGIORI INFORMAZIONI

PIEMONTE – Una nuova misura che rivoluziona il mondo dell’assistenza socio- sanitaria: “Scelta sociale“.

L’iniziativa, spiega Regione Piemonte sul suo portale ufficiale, richiede un finanziamento di 90 milioni45 per il sostegno economico per l’inserimento in strutture residenziali socio – sanitarie e 45 milioni per l’acquisto di servizi di cura e assistenza domiciliare.“.

LEGGI ANCHE:

PONTECURONE – NONNI, AI FORNELLI! ALLA SOAMS, SI CUCINA IN FAMIGLIA

PONTECURONE – Quanto di più appetitoso c’è in un piatto preparato dai nostri cari nonni? Pontecurone sulla base di questo e della dolce…

Leggi di più

SABATO ROCK: “IL TIGLIO” DI PONTECURONE OSPITA “CORN HUB”

PONTECURONE – Spazio al Rock con la band musicale “Corn Hub”. Sabato 12 novembre, ore 21, il pub “Il Tiglio” di Pontecurone ospita…

Leggi di più

TORTONA – LA MOSTRA “LE MADRI DELLA REPUBBLICA” PER CONTRASTARE LA VIOLENZA SULLE DONNE

TORTONA – Con la mostra “Le Madri della Repubblica“, realizzata in collaborazione con l’associazione Toponomastica Femminile e la Biblioteca Civica “Tommaso d’Ocheda”, l’Amministrazione…

Leggi di più

MA IN COSA CONSISTE IL SOSTEGNO?

Scelta sociale” erogherà un buono da 600 euro al mese per due anni, rinnovabili, al fine di sostenere le famiglie con anziani o disabili non autosufficienti.

“Le assegnazioni saranno legate all’ISEE socio-sanitario (non superiore a 50mila euro o 65mila euro in caso di disabile minorenne) e alla priorità per punteggio sociale secondo le valutazioni delle unità socio-sanitarie competenti U.V.G e U.M.V.G.”, rende noto Regione Piemonte, sottolineando che i voucher – assegnati tramite due bandi regionali, domiciliarità e residenzialità – saranno erogati dopo che l’interessato presenterà domanda tramite la piattaforma online “Scelta Sociale”, quest’ultima sarà attiva dall’inizio del 2023 su www.piemontetu.it.

LE PAROLE DI ALBERTO CIRIO

Un provvedimento rivoluzionario. non stiamo annunciando, stiamo investendo e spendendo soldi veri, che abbiamo a disposizione e che per la prima volta stanziamo per una misura di questo tipo. Un risultato ottimo che va nella direzione di aiutare le famiglie che hanno anziani o disabili in casa o nelle strutture, ma anche le stesse strutture a far sì che gli ospiti abbiano le risorse per pagare le rette. – precisando inoltre – “Continuiamo a mettere a frutto ciò che ho imparato negli anni di lavoro a Bruxelles e aver ottenuto 90 milioni di euro da mettere a disposizione delle famiglie di persone non autosufficienti e disabili gravi per noi è estremamente importante, perché ci permette di dare a queste famiglie un supporto concreto. E credo che questo sia il dovere che noi abbiamo per non lasciare nessuno indietro.”.

CLICCA SUL LISTINO PREZZI E SCOPRI DI PIÙ

PRIMA PROVA A METÀ PREZZO

LE PAROLE DI MAURIZIO MARRONE, ASSESSORE AL WELFARE

Il tema è la libertà di scelta della famiglia, che potrà decidere quale contributo richiedere. Sarà anche un impulso al lavoro degli assistenti familiari e un incentivo all’emersione del nero. Con questi 90 milioni di fondi europei, che aggiungiamo a quelli già a bilancio regionale, mettiamo sulla non autosufficienza oltre il doppio di quanto non abbiano mai stanziato le Giunte precedenti, a partire da quella Chiamparino. La misura interesserà coloro che attualmente non accedono ad alcun tipo di contribuzione pubblica a sostegno di questi servizi, come ad esempio gli accreditati Rsa non coperti da convenzione, oppure tante famiglie con disabili gravi a casa. Essere al loro fianco è un nostro dovere in questo momento di crisi economica e sociale. Basti pensare che a fronte degli annunciati aumenti di retta nelle Rsa, dovuti ai rincari, che dovrebbero assestarsi tra i 600 e i 2.000 euro annui, attraverso la nostra misura metteremo nelle tasche dei beneficiari 7.200 euro all’anno per due anni.”.

Akanksha De Sutti

FOTO D’ARCHIVIO

https://www.instagram.com/pontenews.it/

ULTIMI ARTICOLI IG:

NE VOGLIO DI PIÙ INTERVISTA A FABRIZIO DOGA, PRESIDENTE DELLA SOAMS DI PONTECURONE
https://www.facebook.com/pontenews.it

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: