VOGHERA – UOMO ARMATO DI RONCOLA FERMATO DAL GETTO DI UN IDRANTE

CONTATTACI ALLO 0131 428105 PER MAGGIORI INFORMAZIONI

VOGHERA – Alle ore 21.54 di venerdì 29 aprile, è arrivata una segnalazione al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Voghera da parte di un automobilista che ha riferito di aver visto un uomo, nel sottopasso Carducci in direzione di Via Matteotti, armato di una lunga roncola e con una cuffia in testa.

II soggetto in questione è entrato tranquillamente nel locale “Alex bar” e dopo poco tempo è uscito dal posto, tenendo in mano una birra.

Quando però ha notato i lampeggianti delle forze dell’ordine avvicinarsi, quest’ultimo ha accelerato il passo, ma nel vedere avanzare sempre più le autorità presenti, ha cominciato ad urlare: “Allah Akbar!” e “Cosa volete? Non mi potete fermare.” agitando e facendo roteare l’arma tra le mani.

A quel punto sono stati richiesti i rinforzi e, mentre si attendeva il loro arrivo, l’uomo di origini magrebine ha mostrato un cartello appeso al collo riportante una scritta in arabo e continuando a gridare: “I’m a god of war”, “Allah Akbar!” e “Vi ammazzo tutti italiani!”.

Sono stati messi in atto numerosi tentativi finalizzati a disarmare il malintenzionato, ma senza sortire nessun effetto.

Gli agenti hanno anche provato ad utilizzare lo spray al peperoncino, senza però alcun effetto positivo; il malvivente ulteriormente irritato, si è accanito contro un operatore che, balzando all’indietro, ha evitato i fendenti scagliati con l’arma bianca.

Le Forze dell’Ordine hanno provato a far esplodere un paio di colpi di pistola in aria al fine di far desistere il soggetto armato ma, nel mentre, l’uomo si è diretto verso il dehor fuori dal locale “Alex bar” dove erano presenti alcuni clienti.

La situazione si è fatta ancor più pericolosa e concitata dopo che il lestofante ha iniziato a lanciare la sua bottiglia di birra contro gli agenti presenti, uno dei quali è anche stato colpito dai frammenti di vetro.

Allorchè gli operatori, grazie all’ausilio di un autoveicolo, hanno cercato di portare lontano dai civili il soggetto violento.

Dopo l’arrivo di ulteriori rinforzi, che hanno messo in sicurezza le persone presenti sul luogo, il criminale, brandendo l’affilata roncola, si è lanciato con violenza contro il cofano della vettura d’ordinanza fino a perforarlo.

LEGGI ANCHE:

Per placare la furia dell’uomo sono stati utilizzati anche degli estintori ma, così come per lo spray al peperoncino, non sono serviti a nulla.

Aspettando l’arrivo in loco dei VVFF, al fine di poter usufruire dell’idrante in loro dotazione, ogni tentativo di far ragionare l’uomo armato è risultato vano.

Esso continuava imperterrito ad urlare: “Sono un militare come voi, I’m a god of war!” mentre si toglieva la maglietta.

Neanche le ultime prove atte a parlare con l’uomo hanno funzionato e, di conseguenza, gli operatori si sono visti costretti ad utilizzare il potente getto d’acqua, che ha permesso così il disarmo del pericoloso soggetto consentendo agli agenti di immobilizzarlo.

Il soggetto è stato condotto presso il Commissariato per essere identificato, è stato convalidato il suo arresto e disposta la sua custodia in carcere fino all’udienza prevista il 13 maggio.

Sono in corso ulteriori accertamenti per comprendere le motivazioni del folle gesto, ma al momento si esclude l’ipotesi del terrorismo.

Giulia Calabrese

Ristorante italiano Rivanazzano Terme – Clicca per saperne di più
PUBBLICIZZATI CON PONTENEWS! – Clicca per saperne di più

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: