ACQUI TERME – PRESENTATO IL PROGETTO: “CIAPÀ E PORTA A CÀ” ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITÀ COMBATTENDO GLI SPRECHI ALIMENTARI

CONTATTACI ALLO 0131 428105 PER MAGGIORI INFORMAZIONI

ACQUI TERME – ad Acqui nasce il progetto “Ciapà e porta a Cà” per combattere lo spreco alimentare.

Questa lotta passa anche tramite i ristoranti, per limitare la brutta abitudine degli avanzi lasciati nei piatti e delle bottiglie di vino bevute a metà.

Suddetta iniziativa consiste nel consegnare agli agriturismi e ai ristoranti, che condividono i principi anti-spreco e di sostenibilità, delle food e wine bag fatte con materiale riciclato e con tanto di apposito logo, per consentire ai clienti la possibilità di portarsi a casa quel che si è avanzato in tavola.

Questo progetto dell’assessorato ad Agricoltura e Cibo della Regione è già stato presentato a Torino un paio di mesi fa.

Grazie al Rotary Club della città ed alla sua collaborazione ad Acqui, questa iniziativa verrà proposta in una versione fatta appositamente per il territorio, ovvero, le confezioni saranno realizzate riportando il logo dell’associazione.

Il Presidente Giacomo Guerrina dichiara: “La nostra adesione si inquadra nella strategia di sensibilizzazione che il movimento rotariano sta portando avanti da oltre un decennio.

Ai primi ristoratori e operatori turistici che ci contatteranno, forniremo le bag con il nostro logo, realizzate in materiale riciclabile e compostabile da una ditta specializzata, da consegnare ai clienti che ne faranno richiesta e grazie alle quali portare a casa in modo elegante, pratico, sicuro porzioni di cibo e bottiglie avanzate.“.

In Italia estirpare il problema dello spreco di cibo è difficile, come hanno sottolineato Tiziana Pia della Direzione Regionale Agricoltura e l’assessore Regionale all’Agricoltura Marco Protopapa.

Si stima che ogni anno nell’UE vengano sprecate 88 milioni di tonnellate di cibo per un valore pari a 143 miliardi di euro.

La versione acquese di questo progetto a livello regionale è stata presentata alla cantina Cuvage dal Rotary.

Con le bag compiamo anche un atto di rispetto per la filiera agroalimentare piemontese, dall’agricoltore ai cuochi. Al lancio, avvenuto a febbraio, si unisce ora un’iniziativa specifica riservata all’Acquese grazie all’interessamento del Rotary. È la conferma di un progetto che può coinvolgere realtà del territorio su un tema importante per le famiglie e per il consumatore: quello dell’educazione alimentare. Spero che questa iniziativa possa essere condivisa da altri enti e associazioni degli altri comuni piemontesi.“, ci spiega Protopapa.

I ristoratori che vogliono aderire a questa iniziativa e desiderano ottenere le food e wine bag possono contattare il numero: 348 3614209

In Italia, nei ristoranti soltanto un italiano su tre si porta a casa gli avanzi per poterli mangiare il giorno dopo.

È necessario l’impegno di tutti quanti per invertire questa tendenza e poter tamponare gli effetti negativi che questo tipo di spreco ha sull’ambiente e sull’economia, senza tener conto, inoltre, che è un problema con risvolti in ambito etico-sociale.

All’insegna del riciclo e della sostenibilità un’altra bella iniziativa per l’ambiente, che si ricollega con le food e wine bag, riguarda quasi 600 studenti alessandrini per la: “Paper Week – la settimana del riciclo di carta e cartone” organizzata dal Consorzio Comieco

Gli alunni e le alunne delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Alessandria e dintorni che hanno preso parte alla Paper Week sono stati 542; poiché riciclando la carta ed il cartone si possono creare nuovi oggetti dagli usi più svariati salvaguardando l’ambiente e gli alberi, questi ultimi fondamentali per combattere il surriscaldamento globale.

L’evento si è tenuto venerdì 8 aprile ed è stato possibile seguirlo online.

Le scuole partecipanti sono state:
Scuole secondarie di primo grado De Amicis, Manzoni, Carducci/Vochieri e Straneo.
Inoltre sono stati coinvolti studenti e studentesse della scuola primaria Mazzini di Borgoratto.

Partecipando a gare come la Paper Week del Consorzio Comieco si vince tutti, e soprattutto vince la nostra comunità, che va a sensibilizzare le generazioni più giovani su temi di estrema importante e attualità, come il rispetto dell’ambiente e la capacità di riciclare.

Tutte le nostre aziende credono fortemente ad un’economia ‘circolare’: il futuro delle nostre comunità, e soprattutto delle generazioni più giovani, va costruito mettendo l’ecosostenibilità al primo posto, in una logica di sviluppo nel rispetto dell’ambiente, per un’economia green. Per questo continueremo nei prossimi mesi e anni con il percorso di sensibilizzazione indirizzato alle scuole del territorio, coinvolgendole sempre più in iniziative indirizzate a sviluppare comportamenti e stili di vita rispettosi dell’ambiente che ci circonda.”, sottolinea Paolo Arrobbio Presidente del Gruppo AMAG.

Il filo conduttore che ha caratterizzato anche l’edizione di quest’anno – alla quale AMAG Ambiente, come sempre, ha dato supporto ed adesione -, è stato quello di sensibilizzare ed informare le nuove generazioni ed anche le loro famiglie su quanto sia importante riciclare, in quali modalità viene messo in atto questo riciclo e cosa si può fare con i rifiuti cartacei opportunamente smistati.

Uno dei tanti esempi possono essere le food e wine bag di cui si è parlato nelle righe precedenti per l’appunto.

Giulia Calabrese

Ristorante italiano Rivanazzano Terme – Clicca per saperne di più
PUBBLICIZZATI CON PONTENEWS! – Clicca per saperne di più

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: