COMUNE DI VOGHERA AGLI STUDENTI: “LA MEMORIA DEVE ESSERE VIVA”

Clicca per saperne di più

VOGHERA – Giovedì 27 gennaio 2022, nella Giornata della Memoria, il Sindaco di Voghera Paola Garlaschelli in rappresentanza dell’Amministrazione, con il Vicesindaco Simona Virgilio e il Presidente del Consiglio Comunale Daniele Salerno, ha incontrato gli studenti dell’Istituto Enaip di Voghera e ha deposto una corona commemorativa presso la targa che ricorda la concessione dei diritti civili al Popolo Istraelita, promulgata da Re Carlo Alberto il 28 marzo 1848.
Paola Garlaschelli è stata quindi ospite del Prefetto di Pavia presso la Sala dell’Annunciata per la consegna delle Medaglie d’Onore previste dalla legge n. 296/2006 per il sacrificio dei cittadini deportati ed internati nei lager nazisti e dei familiari dei deceduti, conferite con Decreto del Presidente della Repubblica.

Alla Signora Brema Maria Gabriella, cittadina vogherese, è stata consegnata la medaglia d’onore, conferita con Decreto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla memoria del papà, Giuseppe Brema.
Di seguito il testo della lettera del Sindaco Paola Garlaschelli e dell’Assessore alla
Scuola e Politiche Giovanili Simona Virgilio dedicata agli studenti degli istituti Vogheresi e a un momento di riflessione e di approfondimento sul tema dell’Olocausto.
Carissimi studenti,
il 27 gennaio 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di Auschwitz.

E venne la vergogna: il mondo intero scopriva il più grande orrore della storia.

Quasi tutta Europa aveva chiuso gli occhi sullo sterminio di 6 milioni di propri concittadini in nome di ideologie disumane.
 
Crudeltà e violenza vanno respinte e combattute, a prescindere da chi le compia e da qualunque parte provengano.

Perché la crudeltà e la violenza sono il contrario della libertà.
Faremmo un affronto alle vittime dell’Olocausto se non approfittassimo del “Giorno della Memoria” per sentire tutti ancora oggi la responsabilità di quello che accadde e  ricordare che non guardare favorisce l’oppressore, non l’oppresso, come il silenzio incoraggia il torturatore, non il torturato.
La memoria deve essere viva e deve orientare le nostre vite, illuminare il nostro cammino verso un futuro migliore.
Ricordiamo oggi le vittime dell’Olocausto tenendo ben presente una celebre frase dello scrittore
Primo Levi, sopravvissuto ad Auschwitz: “Tutti coloro che dimenticano il loro passato sono destinati a riviverlo”, oppure  “Se è successo vuol dire che può succedere ancora”.
Ai Professori auguriamo di essere attenti seminatori di idee e ai giovani di ricercare nella  vita lo spazio e il  tempo per coltivarle, invitandoli a partecipare alla vita politica delle proprie comunità, che sono spazio di dialogo e confronto là dove vivono i più grandi doni dei nostri padri, la libertà e la democrazia.

Altre inziative per il Giorno della Memoria:
– Giovedì 27 gennaio 2022: in occasione del Giorno della Memoria è stata allestita presso la biblioteca civica “Ricottiana” una vetrina con una selezione di libri sull’argomento disponibili al prestito.
– Sabato 29 gennaio 2022, ore 16: presso la Civica Biblioteca Ricottiana – Via Gramsci, 1 – nell’ambito dell’iniziativa “Il giorno della Memoria tra letteratura e poesia” si svolgerà un incontro con l’autore Giovanni Tesio, che dialogherà con Guido Conti

Ristorante italiano Rivanazzano Terme – Clicca per saperne di più
Ristorante italiano Rivanazzano Terme – Clicca per saperne di più
PUBBLICIZZATI CON PONTENEWS! – Clicca per saperne di più

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: