BOTTI DI CAPODANNO, LE ISTITUZIONI FANNO LE ORDINANZE MA NON SONO IN GRADO DI FARLE RISPETTARE; HANNO FATTO UNA STRAGE DI ANIMALI

Clicca per saperne di più

Notte di San Silvestro, dovrebbe essere una gioia per l’anno passato con i suoi alti e bassi ed il nuovo arrivato nella speranza che sia sempre un anno migliore del precedente; mentre invece il passaggio dal vecchio al nuovo ha portato, come sempre, una strage di animali, non solo tra cani e gatti ma anche tra gli animali selvatici e migliaia scappati spaventati,  la causa? I BOTTI DI CAPODANNO.

Le regioni con il maggior numero di animali deceduti sarebbero la Calabria e la Sicilia, seguiti da Lombardia e Campania.

Il passaggio tra il vecchio ed il nuovo anno, ha un bilancio ben peggiore rispetto allo scorso anno; nonostante le rigide normative che hanno limitato le attività a causa della pandemia, morirono tantissimi animali da compagnia e animali selvatici, mentre furono migliaia a fuggire per la paura.

Oltre agli animali morti di spavento per il rumore dei botti si aggiungono quelli uccisi direttamente dalla mano dell’uomo che con crudeltà ha utilizzato  i petardi per causare ferite letali; è il caso della cagnolina Musetta torturata ed uccisa con un petardo il 28 dicembre a Crotone.

Rispetto per tutti gli animali ha in corso di presentazione un esposto alla Procura della Repubblica di Crotone perché vengano rintracciati i colpevoli di questa crudeltà; la morte di Musetta non deve restare impunita; confidiamo nelle forze dell’ordine che stanno indagando per rintracciare i colpevoli di questo gesto riprovevole, confidiamo nelle persone che sono a conoscenza del fatto si facciano avanti, contattando il Presidente Giancarlo De Salvo al numero 3801531588.

In vista del Capodanno sempre più Comuni emanano ordinanze anti-botti, solo per avere la coscienza a posto, essendo a conoscenza dei gravissimi danni che possono causare a persone, animali e ambiente, ma tali provvedimenti sono spesso tardivi e inefficaci dal punto di vista giuridico, oltre a non essere seguiti dai necessari controlli per verificarne l’applicazione.

Difatti il primo giorno del nuovo anno è un bollettino di guerra, che oltre a riportare l’elenco di persone che si sono create lesioni gravi o gravissime per aver maneggiato o essere stati colpiti da petardi, vengono anche elencati moltissimi casi di animali  fuggiti per il terrore e smarriti, feriti o morti perché investiti. Senza contare i numerosi animali selvatici che, vagando disorientati, vengono investiti, muoiono d’infarto per la paura.

Concludendo le ordinanze dei Sindaci che hanno vietato l’utilizzo dei botti sono state sostanzialmente ignorate dai cittadini e dalle istituzioni stesse; creando il danno sopra indicato; ma fin quando non si faranno leggi da applicare molto più severe sulla fabbricazione dei petardi e fuochi d’artificio, e sulla vendita di tali prodotti, ogni anno ci sarà il ripetersi di queste stragi.

La nostra speranza  e di tutti gli animali è quella di poter entrare, a breve, nelle istituzioni per cambiare le leggi e farle rispettare a tutela di animali ed ambiente; fare quello che nessuno ha mai fatto per loro.

Grazie e auguri per un nuovo anno ricco di serenità, gioia e salute.

                                                                 Giancarlo De Salvo 

Ristorante italiano Rivanazzano Terme – Clicca per saperne di più
PUBBLICIZZATI CON PONTENEWS! – Clicca per saperne di più
Ristorante italiano Rivanazzano Terme – Clicca per saperne di più
PONTENEWS IN CARTACEO! SCOPRI COME AVERLO! – Clicca per saperne di più

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: