HOUSING SOCIALE: IL PROGETTO PUNTA A SOSTENERE LA COMUNITÀ E CREARE UNA RETE SOCIALE

NOVI LIGURE – Nella giornata di oggi, lunedì 15 novembre, alle 15, si è tenuta la consegna simbolica delle chiavi delle quattro unità immobiliari ricavate nell’ambito del progetto “Abitare è sociale a Villa Zucca”.

Un’occasione per chiarire con i presenti le motivazioni che hanno spinto a concretizzare questa iniziativa con prinicipale sostenitrice Fondazione Compagnia di San Paolo. [L’articolo continua]

L’Assessore agli Affari Sociali, Marisa Franco, ha sottolineato:

«Si è concordata con la Fondazione Compagnia di San Paolo, principale sostenitrice dell’intervento, la destinazione dei quattro appartamenti come alloggio per i dipendenti precari delle scuole statali novesi, titolari di supplenze annuali.

È stato un percorso lungo e laborioso – conclude Franco – ma credo che l’accordo raggiunto rappresenti un ottimo esempio di housing sociale.».

L’Assessore alla Pubblica Istruzione, Andrea Sisti ha chiarito: “Ringrazio tutti, soprattutto nel mondo della scuola, perché siamo vicini alla istituto scolastico Zucca; non è un fatto irrilevante.”.

Una scelta che rende concreto l’ultizzo dell’area anche per eventuali progetti scolastici incentrati sugli scambi culturali.

Uno spazio che propende alla comunità e non meramente abitativo, un progetto per l’integrazione sociale in ambito ambientale e culturale.

” – Dal punto di vista del canone, per Villa Zucca è stato previsto un abbattimento del 50%
rispetto al valore indicato dall’Agenzia delle Entrate. Si tratta comunque di cifre intorno ai
200€ per i bilocali e 240€ per i trilocali, cifre ben distanti dai canoni delle case popolari, e comunque inferiori ai prezzi del mercato immobiliare della città. A questi canoni si aggiungono circa 150 € di spese per le utenze (riscaldamento, luce, acqua, ecc.)

– Energeticamente, la villa è stata completamente ristrutturata ed ha attualmente attestazioni di
prestazione energetica che la collocano in classe energetica A1 (elevata efficienza)

– Per quanto riguarda gli spazi condivisi, esiste un locale comune (l’ex box auto nel retro della villa) che sarà destinato a lavanderia (una sola lavatrice sarà condivisa tra gli abitanti della casa) e anche a deposito/laboratorio per gli inquilini. Accanto a questo, è previsto un processo di accompagnamento sociale per condividere con i primi inquilini una serie di scelte per l’uso dell’edificio e dello spazio esterno, e per elaborare dei progetti di condivisione e convivenza che rispondano ai bisogni delle persone (es. realizzazione rete wifi e condivisione dei costi).”

Specifica il Comune alla stampa, aggiungendo inoltre:

Nel caso di Villa Zucca saranno ospitati al momento dipendenti precari del mondo della scuola (insegnanti, bidelli, amministrativi), che quindi vivono esperienze lavorative analoghe, e che provengono da luoghi distanti.

Il successo di questo strumento è evidente dal numero di domande presentate (una decina) a cui sarà possibile rispondere solo parzialmente.“.

Presenti all’incontro anche due inquilini, insegnanti che stanno beneficiando del servizio. [L’articolo continua]

Annunci

Sicuramente è un’iniziativa per noi che ci spostiamo di tanti kilometri, ha fatto sicuramente comodo. Mi rendo conto che il primo anno ( piena emergenza Covid ), i tempi burocratici sono stati non propri strettissimi.

Abbiamo dovuto attendere qualche giorno in più.

L’importante aver trovato sistemazione.

Già avevo qualche giorno di albergo alle spalle e ne avrei fatto volentieri a meno, però l’esperienza sarà sicuramente positiva, per questo ringrazio l’amministrazione e gli affittuari per l’ospitalità che ci hanno dato.“, racconta ai microfoni di Pontenews, uno dei beneficiari.

“Io vengo dalla Calabria, quindi ho 1200km di distanza; per me è stato un grande aiuto. Appoggiarmi ed avere un tetto dove stare perché mi sono spostato per lavoro, quindi non avendo nessuno ero in difficoltà concordo sul fatto che sia una bellissima iniziativa.”, aggiunge il vicino collega, ringraziando il Comune e tutti coloro che hanno reso concretizzato questo progetto.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: