TRA LE SCUOLE TORTONESI, NUOVE DISPOSIZIONI ANTI – FIRME FALSE

I DIARI DEVONO ESSERE FIRMATI DI PRESENZA DAI SOLI GENITORI A SCUOLA. ATTENZIONE! MUNITI DI DOCUMENTO D’IDENTITÀ!

TORTONA – Inizia la scuola ed iniziano nuove disposizioni per contrastare le firme false, che molto spesso gli studenti sono dediti a perfezionare durante l’iter scolastico.

Firme di presa visione di note, voti ed assenze. Insomma falsificare la firma è da sempre stata un’altra delle materie facoltative predilette dai giovani furbetti.

Un’arte che si tramanda da tanti anni, di generazione in generazione, ma che pare ora sia – nelle scuole tortonesi – destinata a tramontare; non verranno accettate le firme, se non fatte in presenza, a scuola, dai genitori muniti di documento d’identità. [L’articolo continua]

LEGGI ANCHE:

TORTONA: PASSEGGIANDO TRA LA STORIA

TORTONA – Tortona, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia 2021 – da venerdì 18 a domenica 20 giugno – ha organizzato un palinsesto di manifestazioni al fine di diffondere la conoscenza delle sue importanti testimonianze archeologiche, molte delle quali emerse grazie allo studio, conservazione e progetti che vengono proposti instaurando rapporti con più realtà: Comune, Musei, Biblioteche e Scuole.

TORTONA: INSEGNANTE POSITIVO AL COVID – 19. OGGI, LA DIDATTICA È A DISTANZA

Ieri, la notizia riguardante un caso di positività al COVID-19 in una classe della scuola secondaria di primo gradoContinua a leggere “TORTONA: INSEGNANTE POSITIVO AL COVID – 19. OGGI, LA DIDATTICA È A DISTANZA”

TORTONA: LA BIBLIOTECA CIVICA INSIEME AI GIOVANI LAUREANDI

TORTONA – La Biblioteca Civica di Tortona “Tommaso de Ocheda” è sempre più vicino ai giovani studenti. Proprio loContinua a leggere “TORTONA: LA BIBLIOTECA CIVICA INSIEME AI GIOVANI LAUREANDI”

Avete capito bene.

Scaglionati in varie fasce orarie, i genitori si devono presentare a scuola, con tessera di riconoscimento e tanta pazienza.

Già le prime e lecite contestazioni sono piovute nel social tra i più usati di sempre: Facebook.

Annunci

“Uno si deve prendere mezza giornata di permesso per questa cosa assurda.”, commenta un’utente “vittima” delle nuove disposizioni; non ha tutti i torti, anzi.

Sussiste però anche un altro problema, che non è stato preso in considerazione molto: assembramenti davanti le scuole.

Aleggia, quindi un quesito che necessita di una risposta: non è possibile trovare un’altra soluzione per venire incontro ai genitori degli studenti?

Sicuramente, questa nuova disposizione, sarà temporanea, poiché infattibile per molti.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: