“FORZA EITAN”: PAVIA TIFA E SOSTIENE IL PICCOLO CONCITTADINO

PAVIA – Pavia tifa per Eitan, il bambino vittima dell’incidente in funivia al Mottarone.

Per rappresentare la vicinanza, l’amministrazione comunale ha fissato uno striscione realizzato e cosegnato gratuitamente da Univers, tipografia di Pavia.

Si sono susseguiti due giorni dedicati ad Eitan.

Giovedì 27 maggio è stato affissato lo striscione a supporto dell’unico soppravvissuto alla strage del Mottarone. “Io sono in contatto sia con la comunità ebraica, sia con la zia che ora è ad assistere il bambino a Torino e mi da un po’ tutte le informazioni, per cui già ieri c’è stato quel momento di speranza perché ha aperto gli occhi, quindi a quanto pare non c’è nessun problema sotto l’aspetto celebrale che sarebbe stata la cosa più problematica. Questa operazione ha toccato il cuore di tutta la città.

Quando domenica, durante il pranzo, ho acceso la televisione e ho sentito della tragedia, e dopo qualche tempo, nel tardo pomeriggio è arrivata la comunicazione che c’era anche una famiglia di Pavia, è stato ancora peggio. Qui lo senti ancora di più.“. ha spiegato il Sindaco Fracassi durante l’occasione.

Pavia si abbraccia a tutte le vittime della strage con il forte desiderio di supportare il piccolo Eitan.

Da desiderio a realtà: ieri, venerdì 29 maggio, è stato presentato il progetto di raccolta fondi “UN PENSIERO PER EITAN”, dopo il lutto cittadino delle 12.00. [L’articolo continua]

mde

I miei fratelli stanno pensando ai morti, io devo pensare al vivo.” l’affermazione della zia di Eitan è stato riportata dal Sindaco di Pavia durante l’incontro.

Pavia sposta l’attenzione sugli aiuti concreti per il piccolo superstite:

Abbiamo messo in piedi un progetto dal nome “UN PENSIERO PER EITAN”. Ci sarà un conto corrente, che chi vuole, come abbiamo già fatto qui in giunta, potrà contribuire”. spiega sempre il primo cittadino.”, concudendo “Loro saranno sempre nei nostri cuori, lui sarà sempre con noi.“.

Nicola Niutta, Presidente del Consiglio comunale di Pavia: “M’impegno a garantire questa raccolta fondi, che se possibile a consegnarò i proventi personalmente alla famiglia del piccolo Eitan, perché poi possano usarli per la crescita di Eitan stesso. Ci tengo a fare le mie più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime, tutte quante, però è ovvio che questo momento, come istituzioni cittadine, ci dobbiamo comunque occupare dei nostri cittadini e soprattutto ed in subordine, ma in maniera diciamo preminente di chi rimane.“.

Per contribuire al sostegno concreto ad Eitan, vai al sito del comune e troverai l’IBAN per la raccolta fondi.

Domani, 30 maggio, sarà il Piemonte il lutto per le vittime della strage del Mottarone

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: