L’ARTE DELL’INCLUSIONE: IL PROGETTO PER LA COLLABORAZIONE E LA SOCIALITÀ A FAVORE DEGLI OSPITI DEL CRA DI VIGEVANO

VIGEVANO – L’inclusione attraverso l’arte è il progetto che prenderà avvio da giovedì 27 maggio e avrà luogo nella presso la Comunità Riabilitativa ad Alta Assistenza (CRA) di Vigevano, a cura della Cooperativa
Teatroincontro.

Sostenuto dal Comune di Vigevano e dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano, il progetto dal nome ” L’arte dell’inclusione”, si basa sull’esperienza teatrale, che mirata della preparazione di uno spettacolo, consentirà agli utenti di beneficiare di un intervento ampio spettro: risorse e competenze, che sono messe in crisi dalle patologie psichiche gravi, verranno attivate.

Un’importante iniziativa che cercherà di convogliare, migliorare e promuovere l’espressione emotiva, relazionalità e competenze cognitive, tutto con la guida dei medici, educatori e operatori del servizio:

una collaborazione che va promuore un altro elemento fondamentale per migliore la socialità: “Il fare reciproco”.
Il progetto fa proprio l’assioma del premio Nobel Kanzeburo Oe. “Io sono convinto che l’atto stesso di esprimersi contiene in sé un potere di guarigione e che gli effetti benefici di questo potere non si ripercuotono solo su chi si esprime, ma anche su tutti coloro che fruiscono di ciò che viene espresso. Questo è il misterioso potere dell’arte”.

ASST Pavia rende noto alla stampa, che il progetto ha già avuto un ottimo consenso:

La Cooperativa Teatroincontro ha ricevuto il premio dell’Associazione Nazionale Critici Teatrali per il lavoro d’inclusione sociale svolto sul territorio nazionale e il Premio “Enriquez”, patrocinato dalla Presidenza della Repubblica, per l’impegno sociale.

Gli esiti della propria ricerca sono oggetti di studio e di Master presso le Università Statale e Bicocca di Milano, l’Università Einaudi di Torino, l’Università Alba Mater di Bologna, l’Università
Romatre e l’Università di Salerno.”.
Altri progetti nell’ambito del disagio psichico, sono stati già realizzati tramite la cooperativa che ha
lavorato presso l’Associazione “Risvegli” di Bologna, la Comunità “Exodus”, l’A.I.A.S di Vigevano e, dal 2014, presso il “CRA di Vigevano.
“.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: