ATTILIO FONTANA A PAVIA: 111 MILIONI PER IL PIANO LOMBARDIA, PROGETTO REALIZZATO IN SOLI SEI MESI

PAVIA – Nella mattinata di oggi, giovedì 13 maggio, si è tenuta la visita di Pavia da parte del Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che per l’occasione, durante la conferenza stampa, tenutasi nel Giardino dell’Annunciata al Palazzo, ha incontrato le istituzioni del territorio, il Presidente della Provincia, Vittorio Poma, il Sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi, e i primi cittadini di alcuni Comuni.

Durante la riunione, il Governatore della Lombardia e l’Assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, hanno illustrato il piano degli interventi agli stakeholder.

111 milioni sono i finanziamenti che prevede il Piano Lombardia, divisi per i seguenti scopi:

– 33 milioni ai Comuni ed alle Province per il finanziamento di opere pubbliche in particolare fondi per lo sviluppo sostenibile, efficientamento energetico e infrastrutturazione digitale.

– 78 milioni destinati per progetti di sviluppo del territorio: 44,5 per mobilità e ciclistica e cicloturismo, 7,7 per infrastrutture viarie e 10,3 per difesa del suolo.
Tra gli interventi finanziati, segnalati dai tavoli territoriali come prioritari, 12 milioni andranno al Centro di ricerca dell’Università di Pavia.

Annunci

– Il Piano include ulteriori interventi sostenuti da Regione Lombardia e riservati al territorio: 15 per l’area urbana di Pavia, per favorire la creazione di opportunità di lavoro attraverso la riqualificazione in diverse aree dell’asta del fiume Ticino. Altri 20 milioni per lo sviluppo dell’Oltrepò Pavese nei settori patrimonio storico e ambientale, imprese turistiche e start up, riqualificazione energetica di edifici pubblici, istruzione, formazione e inclusione sociale, agricoltura, mobilità locale e salute territoriale.

Tutelare e valorizzare il territorio; questo l’obiettivo principale che è stato reso noto dal Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana: “Il territorio pavese è particolarmente complesso ed estremamente diversificato proprio per questo abbiamo lavorato con grande attenzione e cercato di rispondere in modo puntuale alle richieste a noi segnalate dagli Enti locali. Lo sviluppo della città di Pavia e della sua provincia è direttamente connesso agli interventi che abbiamo programmato.”. “Abbiamo considerato – ha proseguito Fontana– proprio in ragione della estrema polverizzazione di piccoli centri distribuiti nell’area Pavese come intervenire per tutelare e valorizzare queste diversità, assicurando il nostro pieno sostegno a enti, istituzioni e imprenditoria locale – evidenziando inoltre – “L’importanza del dialogo e della coesione che sono stati fondamentali in pandemia e lo saranno anche in futuro. Abbiamo dimostrato di essere una grande comunità solidale.”.

Massimo Sertori ha invece sottolineato come ci sia stato un abbattimento della burocrazia mai visto prima: “Il Piano Lombardia è stato ideato in soli sei mesi durante la prima ondata della diffusione del coronavirus dal presidente Fontana, che fece la giusta riflessione dicendo che questa pandemia non avrebbe creato problemi solo a livello sanitario, ma ne avrebbe causati anche a livello economico e sociale.”.
Burocrazia quasi zero – ha sottolineato Sertori – e tempi rapidi: dal punto di vista della Pubblica amministrazione questo Piano non è mai stato visto prima, ed è stato una intuizione molto importante.”.
Pavia – ha continuato – ha 186 comuni, di cui molti sono piccoli. Esistono quindi realtà ed esigenze differenti perché è evidente che le necessità di Pavia città sono diverse da quelle dell’Oltrepó pavese. Abbiamo quindi cambiato il paradigma e chiesto direttamente ai Comuni quali fossero le opere fondamentali e prioritarie per il territorio. Solo con la collaborazione si può agire ed intervenire con opere strategiche e, pensando ad una azione di sistema, abbiamo avviato bandi che hanno avuto un successo straordinario.”.

Redazione Pontenews

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: