NOVI LIGURE: POTENZIAMENTO DEL TRASPORTO CON LA NUOVA DELIBERA

NOVI LIGURE – Approvata la delibera che pone al centro il potenziamento del trasporto pubblico, con un occhio di riguardo alle agevolazioni per i disabili.

Ieri, lunedì 3 maggio, il Consiglio Comunale ha approvato la revisione del Piano di risanamento e ristrutturazione 2018 – 2021/2023 del CIT S.p.A. (Consorzio Intercomunale Trasporti).

7 i voti favorevoli (i gruppi di maggioranza), 6 le astensioni (il gruppo Democratici per Novi e il Consigliere Marco Bertoli) ed un voto contrario di Lucia Zippo (Movimento 5 Stelle).

L’esito è stato frutto di una lunga discussione al quale hanno partecipato attivamente tutti i componenti del Consiglio; uno scambio di opinioni con grande senso di responsabilità nei confronti della questione.

L’Assessore al Bilancio, Maurizio Delfino, che si è rivolto all’Assemblea, ha illustrato chiaramente i dettagli del Piano: «Riteniamo questa delibera molto importante – ha affermato Delfino -. Vogliamo salvare il Cit, il rapporto con il territorio e i lavoratori che stanno operando in condizioni difficili e ci hanno dato tempo e fiducia per cercare di risolvere almeno una parte dei loro problemi.

Annunci

Presentiamo una delibera con tre pareri contrari (Collegio dei Revisori dei Conti, Segretario comunale e Ragioniere capo) e lo facciamo con coraggio chiedendo coraggio; pareri che rispettiamo – ha sottolineato l’Assessore – ma che a nostro giudizio non sono completi perché limitati a una parte del problema.

Come consigliato dai tecnici – ha spiegato ancora Delfino – è nostra intenzione percorrere la strada della cessione al privato, per questo abbiamo creato le condizioni per una manifestazione di interesse incontrando un soggetto serio e professionale con grande esperienza nel settore.

L’unica alternativa – ha concluso – è il fallimento della società che causerebbe danni enormi al patrimonio comunale, ai lavoratori e a tutta la comunità novese.».

LEGGI ANCHE:

NOVI LIGURE – ILLUMINATE LE CASERME DEI CARABINIERI: LE FORZE DELL’ORDINE A SOSTEGNO DELLE DONNE

DIVIETO DI AVVICINANMENTO PER DUE CASI DI VIOLENZA: L’AUTORITÀ GIUDIZIARIA EMETTE L’ORDINANZA Ieri, 25 novembre, in concomitanza con l’iniziativa “Orange the…

Leggi tutto

RIAPERTA LA BIBLIOTECA CIVICA DI NOVI LIGURE

SPAZIO ALLA LETTURA CON LA RIAPERTURA DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI NOVI LIGURE Da stamattina, mercoledì 28 aprile, la Biblioteca è aperta…

Leggi tutto

POLIZIA MUNICIPALE PIÙ “GREEN” CON LE NUOVE AUTO DI SERVIZIO

NOVI LIGURE – La Polizia Municipale di Novi Ligure ora è più “green”, grazie a due nuove auto di servizio in…

Leggi tutto

Arrivando “al sodo” della questione, la delibera approvata prevede la ricapitalizzazione del Cit, con contestuale riconoscimento di debito fuori bilancio, e la conversione in mista della società a fronte di manifestazione di interesse di soggetto economico privato per l’acquisizione, mediante gara pubblica, dell’85% del capitale sociale.

S’informa che per il Comune di Novi, ciò significa il versamento di un contributo pari a 304.795,17 euro, già versato per 153.400,81 euro, di cui 198.300,26 euro per copertura perdite e 106.494,95 euro per ricostituzione del capitale sociale, con conseguente acquisizione di una quota di partecipazione del 70,997%, al fine di garantire la ricostituzione nell’ordine di 150.000 euro del capitale sociale (livello minimo per l’iscrizione al Ren, il Registro delle imprese di autotrasporto).

Per il prossimo 7 maggio è convocata l’Assemblea che avrà come tema principale l’approvazione della ricapitalizzazione da parte dei Sindaci facenti parte del consorzio.

Annunci

In un secondo momento è prevista la conversione in società mista del CIT spa.

Operazione consentita grazie alla selezione di un socio di maggioranza, attraverso gara a doppio oggetto, che acquisisca una partecipazione dell’85% nel capitale sociale e svolga tutti i compiti operativi relativi ai servizi pubblici affidati alla società.

In conclusione è prevista la procedura di vendita di alcuni rami d’azienda (servizi pompe funebri, noleggio pullman turismo, noleggio con conducente) e la scissione in due società separate: Novi Parcheggi, che si occuperà dei parcheggi a pagamento, e CIT spa, che gestirà il trasporto pubblico urbano ed extraurbano, oltre al trasporto scolastico e al trasporto disabili.

La delibera prevede anche che il socio privato si impegni a rispettare una serie di condizioni.

Tra queste, il mantenimento in capo ai Comuni del 15% del capitale sociale, la sottoscrizione di nuovo mutuo da parte di Novi Parcheggi in grado di restituire il debito residuo del mutuo in essere per Movicentro e nuovi investimenti nella flotta di pullman CIT.“, rende noto il Comune alla stampa.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: