DA IMPRENDITORE A REGISTA: SIMULA UN INCIDENTE STRADALE PER OCCULTARE UN GRAVE INFORTUNIO SUL LAVORO

NOVI LIGURE -Sfruttamento, violazione delle disposizioni dettate a tutela dei lavoratori subordinati e menzogne raccontate agli inquirenti per occultare un grave incidente sul luogo di lavoro. Questi i fatti emersi grazie alle indagini condotte dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Novi Ligure, che tra il 2019 e il 2020, hanno fatto luce su dinamiche d’impiego ai danni di due operai; “protagonista” il lavoro “in nero”.

In più occasioni – tra il 2018 e il 2020 – due lavoratori sono stati sfruttati dal titolare di una ditta edile di Lamezia Terme (CZ), con unità locale in Serravalle Scrivia; complice anche un collaboratore di quest’ultimo. [L’articolo continua]

LEGGI ANCHE:

L’imprenditore ha sottoposto gli operai al lavoro “in nero” in diversi cantieri tra Novi Ligure e Alessandria, retribuendoli saltuariamente e in difformità rispetto ai contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni sindacali; altresì è stata contestata la non curanza delle regole a tutela della sicurezza di questi ultimi che – in molte situazioni – hanno rischiato l’incolumità.

Situazione ancor più grave ha sporcato la fedina penale dell’imprenditore poiché accusato di aver mentito sulla natura e dinamica di un incidente ai danni di un giovane lavoratore novese; l’infortunato ha riportato lesioni gravi (prognosi di quaranta giorni e ricovero in prognosi riservata in stato coma presso l’ospedale di Novi Ligure) dopo esser caduto da un trabattello mentre lavorava all’interno di uno dei cantieri in assenza delle sicurezze previste. [L’articolo continua]

Il titolare ha simulato un incidente stradale al fine di occultare la vera natura delle lesioni riportate dal giovane operaio, ha poi raccontato agli inquirenti di avere rinvenuto l’incidentato sul ciglio della strada in stato confusionale e, come in uno sketch da teatro, ha modellato l’ambiente scenografico del luogo in cui è avvenuto il fatto doloso: nel fosso adiacente, una bicicletta appositamente danneggiata, mentre dall’altra parte, tracce di scarrocciamento sulla carreggiata.
Come già menzionato nella parte iniziale della notizia, ha avuto un aiuto dal collaboratore, non solo in ambito lavorativo, ma anche delinquenziale: quest’ultimo ha rimediato il materiale per l’allestimento della ambiente scenografico. [L’articolo continua]

Annunci

L’imprenditore, oltre alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., è stato sanzionato con l’interdizione, per la durata di un anno, dall’esercizio di attività d’impresa a lui intestata.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: