REVERANGE PORN: COINVOLTI DUE MINORI

CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIÙ

DIFFONDE FOTO INTIME DELLA PROPRIA EX DI 13 ANNI; ORA IL RAGAZZO È IN CUSTODIA CAUTELARE

SALERNO – L’8 marzo, la Festa della Donna, ma continuano casi di violenza in cui la vittima è di genere femminile.

Tra questi, si segnala uno avvenuto oggi, mercoledì 10 marzo; giornata in cui è stata eseguita un’ordinanza cautelare da parte della Polizia Postale e della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica per i minorenni di Salerno.

Ad essere coinvolti due minori. Una ragazza di soli 13 anni, è stata vittima di revenge porn da parte dell’ex di 17, che per motivi di gelosia, ha tappezzato le strade del paese con foto intime della giovane, corredate di testo che invitava contattarla per prestazioni sessuali.

Un gesto a voler dimostrare un “potere” che negli anni è andato a perdersi. Il maschio, che cerca attraverso la “punizione” – collegata talvolta alla rottura della relazione – di mostrare un’apparente superiorità nei confronti della vittima.

Il Giudice per le indagini preliminari, su richiesta del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Salerno, dr.ssa Patrizia Imperato, ha disposto la misura coercitiva del “collocamento in comunità” nei confronti di un diciassettenne residente nella Provincia di Salerno.“, informa la Polizia Postale in una nota stampa. [L’articolo continua]

LEGGI ANCHE:

Importante è quindi non inviare foto compromettenti, poiché – una volta condivise – potrebbero anche cadere nelle mani sbagliate ed essere motivo di ricatto.

La Polizia Postale invita quindi: “Alla massima prudenza, cercando di evitare l’invio di immagini o video di contenuti intimi e ricordando che, qualora i soggetti coinvolti siano minori, sussistono fattispecie di pornografia minorile.
Oltre all’eventuale pericolo di un successivo uso illecito, spesso con il fine di ritorsione o di vendetta, da parte di chi riceve le immagini vi è, altresì, un problema legato alla sicurezza dei dispositivi. Infatti, soggetti terzi malintenzionati possono accedere abusivamente ad uno dei dispositivi acquisendone il contenuto per divulgarlo o per ricattare la vittima.
Rimane, in ogni caso, di estrema importanza denunciare immediatamente alla Polizia quanto subìto poiché solo un intervento tempestivo può evitare l’ulteriore divulgazione delle foto o del video. Proprio per garantire un efficace intervento, all’interno della Polizia Postale operano squadre di poliziotti specializzati nel contrasto di questi fenomeni, esperti soprattutto nell’ambito delle piattaforme di social network e messaggistica.
“.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: