CISLIANO – FERMATA LA MADRE: IPOTESI DI OMICIDIO PER SOFFOCAMENTO

CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIÙ

UN’ULTERIORE AUTOPSIA CONFERMA L’IPOTESI DI SOFFOCAMENTO. INTANTO ALTRI ELEMENTI A SFAVORE DELLA DONNA: TROVATI IN CASA DEI MESSAGGI “SCUSA PICCOLA, MA NON POTEVO PERMETTERE CHE RESTASSI NELLE SUE MANI DA SOLA”

CISLIANO – Svolta del caso riguardante la scompara della bambina di soli due anni a Cisliano. La madre, di 41 anni, la scorsa notte – tra domenica e lunedì – in stato confusionale, aveva contattato il secondo marito, dopo aver scoperto il corpo esanime della figlia: “Chiama la polizia, Edith non c’è più.“.

La donna, soccorsa poiché aveva riportato delle ferite da taglio – da lei stessa commesse-, ora è in ospedale, ma stando alle indagini in corso, ci sarebbe una svolta a sfavore della madre: ipotesi di omicidio per soffocamento, ed commetterlo potrebbe essere stata proprio lei.

LEGGI ANCHE:

RICERCHE DEL CATTURANDO TORINESE CONDANNATO PER OMICIDIO; LO RITROVANO A TORTONA

CASALE MONFERRATO / TORTONA – Nel corso degli ultimi giorni, il personale del NOR della Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato è…

Leggi tutto

CASI DI AVVELENAMENTO DI CANI A PAVIA: PRESTARE ATTENZIONE!

PAVIA – Casi di avvelenamento di cani sono stati segnalati nella giornata di ieri, giovedì 25 febbraio. A rendere noti questi…

Leggi tutto

BOLLETTE SU BOLLETTE, MA ERA UNA TRUFFA: IL CAMBIO D’IDENTITÀ PER NON PAGARE LA LUCE

I Carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato, a conclusione delle indagini scaturite dalla querela presentata dalla parte lesa, hanno denunciato in…

Leggi tutto

Si precisa che nella giornata odierna, martedì 9 marzo, l’Istituto di medicina legale di Pavia ha effettuato l’autopsia sul corpo della piccola e – da un primo esito – conferma la prima l’ipotesi di soffocamento. Attualmente, la madre è stata trasferita al carcere di Milano, luogo in cui verrà interrogata dal gip per la convalida del fermo.

Ulteriori elementi trovati in casa, che hanno indotto le autorità a richiedere l’interrogatorio della donna, sono i vari messaggi scritti da quest’ultima: “Scusa piccola, ma non potevo permettere che restassi nelle sue mani da sola“.

La persona citata nel testo, potrebbe essere il secondo marito, con il quale ha avuto rapporti conflittuali negli ultimi tempi, tanto da indurla a presentare tre denunce di maltrattamenti da lui commessi. In tutta risposta, il marito ha presentato una denuncia per calunnia.

Le indagine, ad ora sono in corso, si attende ulteriori riscontri anche dall’interrogatorio.

Akanksha De Sutti

FOTO PRESA DALL’ARCHIVIO PEXELS

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: