PAVIA – IL COMUNE INCONTRA I RAPPRESENTANTI DEI RISTORATORI

La ristorazione è un tema al quale il Comune di Pavia, ha dedicato particolare attenzione e stamattina, giovedì 28 gennaio, ha instaurato un rapporto ancor più saldo, grazie all’incontro con i rappresentati della ristorazione: “Le Rubinie del Po” (Edoardo Verri, sulla destra, e Paola Tronconi, al centro, accanto all’Assessore Marcone, sono tra gli organizzatori della manifestazione di venerdì 15 gennaio) e il “Vita” (la persona sulla sinistra, è il gestore: Stefano Acerbi) [ved. foto].

Troppi i falli che sono stati riscontrati nei DPCM; problematiche che hanno messo in ginocchio l’intero mondo del commercio. Prima la chiusura, poi la riapertura in tutta sicurezza (acquisto da parte dei commercianti, di dispositivi sanitari, adozione di distanziamento – per quanto riguarda la ristorazione – dei tavoli, ecc.), ancora la chiusura, ma con possibilità, per alcune attività, di garantire il servizio di domicilio ed asporto.

Ma qual è il problema, quindi? Le entrate non bastano. Commercianti che devono pagare le tasse, coprire costo dell’acquisto dei dispositivi di sicurezza e pagare i dipendenti. [ L’articolo continua dopo la pubblicità ]

Annunci

Ovviamente, le difficoltà che ogni giorno – dal momento di pandemia – devono affrontare i commercianti, sono tantissime.

Il Comune di Pavia, ha dimostrato la vicinanza ed il supporto, anche concreto, ai ristoratori; motivo per cui la rappresentanza di questi ultimi, ha espresso apprezzamento per la presenza dell’Amministrazione all’evento del 15 gennaio scorso.

Durante l’incontro, è stata ribadita la necessità che il Governo garantisca la riapertura in sicurezza delle attività, nonché ristori adeguati per le precedenti chiusure.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: