PONTECURONE PER LA MEMORIA

Foto a cura di: fonte anonima

LABARI ESPOSTI DAVANTI AL MUNICIPIO IN RICORDO DELLE VITTIME DELL’OLOCAUSTO

Oggi, mercoledì 27 gennaio, è la Giornata della Memoria; Pontecurone ha ricordato le vittime del capitolo più cupo della Storia umana. Di fronte al municipio, sono stati esposti i labari ufficiali del Comune, dell’ANPI e delle Associazioni aderenti all’iniziativa, tra cui si cita “Strada Facendo – APS Pontecurone”, “A.V.IS. -Pontecurone”, “Il Paese di Don Orione ONLUS – Pontecurone”, “PRO Loco – Pontecurone”, “A.G.E. -Associazione Genitori di Pontecurone”, “Biblioteca Comunale – Sandro Castelli – Pontecurone” e “S.O.A.M.S. – Società Operaia Agricola Mutuo Soccorso”.

Il 27 gennaio del 1945, le truppe dell’Armata Rossa, impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Proprio nello stesso giorno, le truppe sovietiche della 60ª Armata del “1º Fronte ucraino”, con a capo il maresciallo Ivan Konev, furono le prime a giungere alla città polacca di Oświęcim (in tedesco Auschwitz).

La scoperta fu agghiacciante: molte persone private della propria identità, quasi fossero solo corpi senza anima. Sopravvissuti, testimoni dell’Olocausto; il genocidio nazifascista.

Quanto un essere umano possa essere credule, ne è una prova l’Olocausto, Ma la prova, è Storia che non va dimenticata, perché dimenticare il passato, è l’incipit per il suo stesso ripetersi.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: