LO SCHERZO È BELLO, MA SE RIGUARDA LA SALUTE, NO

Le fake news, nel web, sono diventate sempre più muse ispiratrici di opere pittoriche raffiguranti il 2020; muse, per la maggior parte, dal camice bianco.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni, hanno analizzato il reportage dell’anno scorso: oltre 436% i casi di fake news; molti dal tema “Sanità”.

“L’aumento delle segnalazioni è stato, infatti, del 436% (dalle 21 del 2019 alle 134 del 2020), mentre gli “alertdiramati sono passati da 29 a 136, per un incremento del 353%.“, riporta il sito ufficiale del Ministero dell’Interno.

L’illegalità è diventata sempre più tecnologica; molte le truffe online, che nel 2020 sono ammontate a 98mila euro e che tra queste, hanno avuto anche come protagonista, la distribuzione di materiale sanitario: mascherine e disinfettanti, sono andate per la maggiore.

La tradizione, non manca mai però; dallo schermo, alla strada, l’illegalità si è interessata ai test per la ricerca Covid -19.

Il NAS, ha di conseguenza aumentato i controlli per scovare le attività abusive e tra queste, riportiamo due casi scoperti dalle autorità di Torino, proprio a inizio gennaio del 2021: l’individuazione, inizialmente di una società di forniture industriali dedita alla commercializzazione dei test rapidi qualitativi per la ricerca di Sars-Cov-2 a soggetti non abilitati alla professione sanitaria e, successivamente, di un concessionario di autovetture che vendeva alla clientela tamponi naso-faringei per la diagnosi antigenica rapida.

In questo 2021, si auspica ad una maggior presa di coscienza da parte di tutti. sull’importanza della salute; perché lo scherzo è bello, ma se riguarda la salute, no.

Redazione Pontenews

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: