MALTRATTAMENTI AL PRIOPRIO CANE IN UN BAR: I TESTIMONI DANNO VOCE ALL’ANIMALE E RACCONTANO IL FATTO IN CASERMA

Casi di maltrattamento sugli animali, sono purtroppo all’ordine del giorno.

Il fatto che andremo a raccontare, è avvenuto a Casale Monferrato e ha come vittima un cane di razza meticcia di grossa taglia. Colpito ripetutamente con un guinzaglio, usato come frusta dal proprio padrone ( un giovane casalese), il cane, cercando di ribellarsi ai maltrattamenti, ha ricevuto una raffica di pugni e calci su tutto il corpo. Il luogo in cui è avvenuta questa crudeltà, è stato l’interno di un bar, dove il padrone era solito recarsi. Fortunatamente, non tutti gli umani sono bestie; ci sono anche quelli che non rimangono ad osservare inermi fatti agghiaccianti come questi, ma come testimoni oculari, presenti nel bar, hanno preso in mano le redini e hanno dato voce all’amico a 4 zampe.

Recatesi in Caserma, i difensori dell’animale domestico, hanno spiegato l’accaduto; tra questi una donna, che ha raccontato di essere stata minacciata verbalmente, poiché ha cercato di fare da scudo all’amico a 4 zampe.

Dopo le testimonianze, i Carabinieri di Casale e i Carabinieri Forestali hanno avvertito i veterinari dell’ASL di Alessandria, che una volta visitato il cane, hanno ne ufficializzato le condizioni: spaventato, ma in buona salute. I Carabinieri di Casale hanno deferito il giovane per maltrattamenti sugli animali.

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

Il tuo giornale, dove e quando vuoi!

Rispondi

Diventa un Pontenewsiano!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: