“TORRE CIVICA” RICORDA IL TERREMOTO IRPINIA: NEL POST LA MINORANZA, INVITA AD INSERIRLO NEI QUADERNI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

“Torre Civica”, ha voluto ricordare con un post, la solidarietà che i cittadini di Pontecurone dimostrarono 40 anni fa; il terremoto Irpinia ha causato molti danni, lasciando un segno nella Storia del paese. Nel post, “Torre Civica” invita l’attuale Ministrazione Comunale e la Biblioteca Civica, a ricordare nei futuri Quaderni, anche questo evento – seppur drammatico -, un simbolo di speranza e riconoscenza ai cittadini pontecuronesi.

“TERREMOTO IRPINIA: 40 ANNI DOPO PER RICORDARE LA GRANDE PROVA DI SOLIDARIETA’ DI PONTECURONE

Il 23 novembre di 40 anni fa il terremoto dell’Irpinia causò oltre tremila morti, moltissimi feriti e la distruzione, pressocchè totale, di molti paesi. Nel ricordare doverosamente quegli eventi, sentiamo anche il dovere morale e il dovere istituzionale, come gruppo consigliare “Torre Civica”, di non dimenticare la grande prova di solidarietà che Pontecurone e i pontecuronesi seppero dare in quei momenti e non vogliamo che questa pagina così importante della nostra storia vada persa. In quell’occasione, il nostro Comune, assieme ad altri Comuni, grazie alla partecipazione delle associazioni, dei suoi settori produttivi e commerciali e alla mobilitazione di gran parte della cittadinanza, al di là di ogni appartenenza politica, ideologica o religiosa, accorse in aiuto delle popolazioni di quelle zone. Pontecurone vanta da sempre una tradizione solidaristica: i cittadini del nostro paese si sono sempre caratterizzati per la loro operosità e per la solidarietà. Dagli esempi più illustri e conosciuti nel mondo, quale quello di San Luigi Orione, all’attività concreta e costante di tante associazioni e di tanti singoli cittadini, la realtà di Pontecurone ha, anche in quella occasione, dimostrato di non chiudersi solo nell’ambito del paese, ma di partecipare attivamente per aiutare gli altri anche in frangenti così gravi come fu proprio il terremoto del 1980.Ci fa piacere ricordare come il Comune, guidato dal Sindaco Pradi, mobilitò tutto il paese per raccogliere generi di prima necessità e primo aiuto; venne lanciata anche una colletta che raggiunse cifre significative e che permise di organizzare una vera e propria missione sui luoghi del disastro e che coinvolse un nutrito gruppo di volontari pontecuronesi. Grazie ai mezzi del Comune e a quelli di alcuni privati cittadini, la carovana partì da Pontecurone viaggiando nottetempo, insieme ad altre colonne di mezzi che stavano convergendo verso le zone terremotate da tutta Italia. Alla colonna di Pontecurone venne assegnata come destinazione il Comune di Fisciano, in provincia di Salerno, dove vennero scaricati tutti gli aiuti raccolti e i nostri volontari si misero subito all’opera. Il gruppo fu alloggiato nella palestra delle scuole dove fu allestita anche una cucina con mensa che fornì pasti agli abitanti del paese, mentre, nella settimana di permanenza, la squadra di Pontecurone, su indicazione dell’ufficio tecnico del Comune di Fisciano, procedette a piccole demolizioni e a mettere in sicurezza edifici e strade; intanto vennero distribuiti gli aiuti e si creò, nonostante quei momenti difficili, un sentimento comune con la popolazione di fraternità e unità che fu apprezzato e ricordato nel tempo anche con una benemerenza al nostro Comune per quanto fatto. Abbiamo volutamente omesso, in questa sede, di citare le singole persone che parteciparono a quei giorni; non solo perché non volevamo dimenticarne nessuno, ma perché quelle persone, molte delle quali purtroppo oggi non sono più con noi, sono ben presenti nel nostro ricordo e noi siamo orgogliosi di loro perché hanno rappresentato il meglio di Pontecurone. Sarebbe bello che l’Amministrazione Comunale e la Biblioteca di Pontecurone dedicassero, nel futuro, uno dei prossimi quaderni sulla nostra storia locale proprio a questa esperienza di solidarietà che vide Pontecurone protagonista e che si lega ad altri momenti importanti di volontariato e di aiuto che la nostra comunità ha saputo dare, in questi decenni, dall’alluvione del Polesine sino all’alluvione di Alessandria. Ci è parso giusto non dimenticare questo anniversario e non dimenticare questa bella pagina di solidarietà del nostro paese.

Gruppo Consigliare Comunale “TORRE CIVICA””

Redazione Pontenews

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: