IL MIGLIOR ANTIFURTO E’ IL VICINO DI CASA

10/07/2019

Lunedì 8 luglio, a Pontecurone, in Piazza Coppi, si è tenuto l’incontro con tema “Controllo del Vicinato”.Il progetto è stato lanciato nel 2016 con l’amministrazione comunale attuale “Pontecurone per Noi”.
Buona affluenza di cittadini pontecuronosi che hanno ascoltato con attenzione gli argomenti trattati: sicurezza, controllo del vicinato ed alcuni aneddotti sui tentati furti.

A coordinare l’incontro è stato il consigliere di maggioranza Diego Zeme e gli ospiti sono stati: il responsabile dell’associazione Controllo del Vicinato Enzo Amich, il vicebrigadiere Sergio Leggio, il sindaco Rino Feltri e il presidente della Protezione Civile Giuseppe Ansalone. 

Durante la serata Enzo ha definito il Controllo del Vicinato un modo per “prendersi cura l’uno dell’altro”, ha raccontato che il progetto risale agli anni ’60 e che in Italia si è diffuso nel 2009 contando l’adesione attuale di 10mila comuni nel territorio nazionale. 

L’incontro è stato organizzato soprattutto per spiegare le tecniche molto spesso usate dai ladri per raggirare le vittime. 

Ad approfondire l’argomento in questione è stato Sergio Leggio che ha esposto anche alcuni dei suoi ricordi sulle disparate soluzioni da parte dei truffatori per rubare i beni ai malcapitati.

Tra questi spicca il caso del falso idraulico: afferma di dover fare dei controlli in bagno e nel mentre, quando la vittima non è attenta, inserisce nel lavandino una sostanza irritante per poter così simulare la perdita di mercurio. Apre l’acqua e afferma che per non rovinare i gioielli bisogna metterli immediatamente dentro il frigo e consiglia al proprietario di uscire all’istante dalla casa per non intossicarsi. Il gioco così è fatto. Il ladro prende il suo bottino e la vittima rimane a mani vuote.

I ladri quindi – afferma Leggio – sono molto furbi e studiano le abitudini delle persone per poi agire indisturbati nell’atto di rubare. 

Si aspica quindi una maggior collaborazione da parte di tutti per rendere il paese più sicuro. Il vicino di casa, difatti è il miglior antifurto che si possa avere. 

E’ possibile scattare una fotografia che indichi la targa dell’eventuale macchina o addirittura il volto (purché non venga divulgata) e la si può così mostrare alle Forze dell’Ordine. 

In caso di sospetti nei confronti di qualche persona che agisce di nascosto, si aggira tra le abitazioni e non è un volto conosciuto, si consiglia di chiamare immediatamente i carabinieri, i vigili, oppure appoggiarsi al Controllo del Vicinato contattando i cinque responsabili dei vari gruppi suddivisi in base alle zone del paese.

Per poter consultare i coordinatori s’invita l’interessato ad iscriversi al gruppo WhatsApp del Controllo del Vicinato compilando un modulo reperibile presso il comune di Pontecurone.

Attualmente sono circa 500 le persone iscritte al Controllo del Vicinato e Diego Zeme auspica la collaborazione anche degli altri comuni dei dintorni potendo così allargare la rete di contatti. 

Akanksha De Sutti

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: