DECRETO RILANCIO: SOSTEGNO A LAVORATORI AUTONOMI E ALLA DIDATTICA A DISTANZA

15/05/2020

Il decreto Rilancio verrà pubblicato giovedì 20 maggio. Composto da 454 pagine, che contengono 256 articoli, definisce nuove iniziative per le piccole, medie imprese, per il settore turistico e sanità. Il Governo con 55 miliardi di euro prepara il rilancio dell’Italia

Alcuni punti sono stati chiariti dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: bonus riservato ai lavoratori autonomi prevede 600€, e lo si vuole rendere automatico per tutti coloro che lo abbiano già usufruito nel mese di Aprile; 1000€, invece, sono per le categorie più colpite.

Anche in tema di erogazione della Cassa Integrazione, dovrebbe essere eseguita direttamente dall’INPS per poter velocizzare i tempi.

Previsto anche il bonus baby sitter, 1200€, che arriverà se non si è usato ad Aprile, altrimenti 600€.

Trovata anche la regolarizzazione dell’accordo per i lavoratori in nero (italiani e stranieri): i lavoratori da mettere in regola, dovranno percepire dal proprio datore di lavoro più di 400€ ciascuno.

Per gli stranieri, che siano in possesso di un permesso di soggiorno, scaduto entro il 31 ottobre 2019, possono far domanda in Questura per uno temporaneo, finalizzato alla ricerca di lavoro della durata di sei mesi.

Quest’ultimo – in caso di assunzione – potrà essere convertibile in permesso di lavoro; si specifica che bisogna dimostrare di aver svolto attività nei settori interessati dalla norma (agricoltura, assistenza alla persona e lavoro domestico). In questo caso il contributo dovuto, ammonta a 160 euro, di cui 30 per la spedizione della domanda.

Per quanto riguarda l’ECO BONUS, si prevede il 110% del credito d’imposta per chi ristruttura casa, per le facciate dei palazzi, lavori antisismici, l’installazione dei pannelli fotovoltaici e l’installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. Nel decreto viene specificato con riferimento alle spese sostenute dal 1°luglio 2020 al 31 dicembre 2021, prevedendo al tempo stesso la fruizione della detrazione in 5 rate di pari importo.

Stop all’IRAP, la norma abbuona il versamento del saldo 2019 e della prima rata (pari al 40%) relativa al 2020 per le imprese con ricavi non superiori a 250 milioni.

Difatti nella bozza del decreto Rilancio viene specificato: “In considerazione della situazione di crisi connessa all’emergenza epidemiologica da COVID-19, la disposizione in commento prevede che le imprese, con un volume di ricavi non superiore a 250 milioni, e i lavoratori autonomi, con un corrispondente volume di compensi, non siano tenuti al versamento del saldo dell’IRAP dovuta per il 2019 né della prima rata, pari al 40 per cento, dell’acconto dell’IRAP dovuta per il 2020. Rimane fermo l’obbligo di versamento degli acconti per il periodo di imposta 2019.“.

Inerente alla didattica, per l’anno 2020/2021, è incrementato il fondo per le istituzioni scolastiche; 331 milioni di euro.

Le risorse sono destinate a migliorare il sistema della didattica a distanza, acquisto di strumenti editoriali che puntino all’innovazione, possibilità di venir incontro a studenti, che abbiano difficoltà economiche, attraverso la fornitura di dispositivi digitali individuali e della necessaria connettività di rete.

Akanksha De Sutti

PER LEGGERE L’INTERO DECRETO

 DOWNLOAD DECRE…2020.pdf

Pubblicato da Pontenews

"Pontenews" è un sito web d'informazione. Il sito è stato creato nel 2019 per permettere a tutti di usufruire delle notizie e di cooperare per fornirle. L'obiettivo è fare un'ottima informazione sui luoghi più remoti che troppo spesso vengono dimenticati perché poco conosciuti. La collaborazione con voi è importante e fondamentale. Per questo "Pontenews" vi ringrazia. Contiamo sul vostro sostegno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: